Mountain Bike


L'attività di cicloescursionismo della Sezione di Chivasso
è gemellata con la Sezione di Volpiano

 

ATTIVITA' SEZIONALE 2021

 

Importante: Il Club Alpino Italiano promuove la cultura della sicurezza in montagna tuttavia la frequentazione della stessa comporta dei rischi oggettivi comunque inalienabili e indipendenti all’adesione di partecipazione all’escursione. Il partecipante pertanto dichiara esplicitamente di essere a conoscenza dei rischi oggettivi connessi alla frequentazione della montagna, di essere a conoscenza delle caratteristiche dell’escursione e di non avere alcuna patologia fisica che possa essere invalidante.

 

Per saperne di più sul cicloescursionismo quale attività istituzionale del CAI, potete scaricare il Q11 - QUADERNO DI CICLOESCURSIONISMO pubblicato dalla Commissione Centrale Escursionismo (CCE) e dal Gruppo Centrale Cicloescursionismo, al quale hanno collaborato alcuni accompagnatori chivassesi.

 

Programma 2021 

10 aprile Bric del Vaj - Collina Chivassese
Iniziamo la stagione con un giro ad anello con partenza da Chivasso.
Percorrendo l'argine dello Storico Canale Cavour saliremo poi per strade asfaltate, sterrate addentrandoci nei boschi per giungere fino al Bric del Vaj (la Croce) punto panoramico dal quale potremo ammirare le cime più conosciute dell'arco alpino.
Dislivello 700 m - Difficoltà MC/MC, 25Km
Responsabili Savoca (AC) - Garoia (AC) - Cenedese
16 maggio Miniere di Bechaz
Bella e variegata cicloescursione in bassa Val d'Ayas: da Challant Saint Victor sfruttando tutte le tipologie di viabilità montana, strade bianche, mulattiere, sentieri, attraverseremo alcune borgate mantenutesi inalterate nei secoli, percorreremo alcuni Ru, passeremo vicino a originali formazioni rocciose e raggiungeremo la cascata del Ru d'Arlaz e Flaimbeau d'Arlaz (1.160 m). Una seconda risalita ci porterà nei pressi delle miniere di Bechaz (1.544 m).
Dislivello 1.300 m - Difficoltà MC/BC, 30Km
Responsabili Chirone (AC) - Mucciante (ANC) 
13 giugno Monte Cornet
Monte Cornet da San Damiano Macra (1.950 m). Partendo da San Damiano Macra saliremo al Colle Birronee, con una bella discesa su cresta raggiungeremo i colli Melle e Ciambra. Ritorno alle macchine.
Dislivello 1.300 m - Difficoltà MC+/BC, 30Km
Responsabili Massucco (AC) - Maccone (AC) 
27 giugno

Valle Po
Giorno 1: Pian Munè (1.532 m) - Croce di Tournour. Partendo da Paesana, attraverso il fiume Po, saliremo lungo tranquille stradine incontrando incantevoli borgate e freschi boschi, raggiungendo il rifugio Bertorello. Da qui a breve arriveremo a Pian Munè. Un giro ad anello che passando per la Croce di Tournour si concluderà con un entusiasmante single track.
Dislivello 1.150 m - Difficoltà MC+/BC, 30Km
Responsabili Savoca (AC) - Massucco (AC) 

Giorno 2: Bric Arpiol o Monte Tivoli (1.791 m). La valle Po offre senza raggiungere elevate quote un ambiente montano suggestivo, come questa gita che propone un giro ad anello su strade, sentieri, antiche mulattiere, percorrendo alcuni tratti della via del sale.
Dislivello 1.450 m - Difficoltà MC+/BC+, 34Km
Responsabili Massucco (AC) - Savoca (AC) 

18 luglio Forte Pramand
Panoramica gita con spettacolari vedute sulle grotte del seguret e la valsusa. Salita di circa 1300 metri su percorso misto asfalto e sterrato di tipo militare. Discesa su single track con alcuni tratti impegnativi.
Dislivello 1.300 m - Difficoltà MC/BC, 28Km
Responsabili: Garoia (AC) - Savoca (AC) 
4-5 settembre

Due giorni in Valle Maira
Giorno 1: Monte Bellino (2.937 m) da Chiappera. Bellissima gita di ampio respiro e panorami delle principali vette della valle. Salita iniziale su Percorso Occitano (single-track) poi su lunga strada sterrata militare e per finire gli ultimi 130 metri di portage. Spettacolare discesa lunga e panoramica su sentiero nel Vallone Maurin.
Dislivello 1.545 m - Difficoltà MC/BC, 31Km
Responsabili Garoia (AC) - Marchetti (AC) - Savoca (AC)

Giorno 2: Monte Nebin (2.510 m) da Stroppo. Ampi panorami sulla Val Maira e sulla Val Varaita. Salita lunga e facile su strada asfaltata fino al Colle Sampeyre, poi 200 m di portage per la vetta. Discesa su vasti prati e poi divertente single-track nel bosco.
Dislivello 1.550 m - Difficoltà TC/BC, 30Km
Responsabili Garoia (AC) - Marchetti (AC) - Savoca (AC)

19 settembre Raduno Intersezionale LPV
A cura della sezione di Casale Monferrato 
3 ottobre Or de Fra
Da Saint-Nicolas: bellissimi panorami lungo la Comba di Vertosan seguendo gli antichi ru valdostani fino a Or de Fra (2.192 m).
Dislivello 1.200 m - Difficoltà MC/MC, 30Km
Responsabili Garoia (AC) - Maccone (AC) 


Informazioni generali
Obbligatoria l'iscrizione al CAI.
Per i non iscritti al CAI sono ammesse due uscite di prova.
È OBBLIGATORIO L’USO DEL CASCO.
L’organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali incidenti e danni a cose o persone.
Quota di partecipazione a gita:

  • SOCI 2 euro (comprensiva di assicurazione infortuni)
  • NON SOCI 14 euro comprensiva di assicurazione
  • SOCI minorenni gratis
  • NON SOCI minorenni 9 euro (per l'assicurazione)

Informazioni: mtb@caichivasso.it

 

Codice di Autoregolamentazione del Cicloescursionista

Scala delle difficoltà cicloescursionistiche

 

Corso di avvicinamento al Cicloescursionismo CAI 2021 

6 giugno Corso
20 giugno Corso
4 luglio Corso

 

Capigita e Accompagnatori di Cicloescursionismo MTB:
Recapiti telefonici

Cenna Daniela (ASC) 328.5503625
Chirone Gabriele (AC) 346.9579662
Commisso Enrico (ASC) - Cai Volpiano 377.4115465
Garoia Enrico (AC) - Cai Volpiano 347.0702311
Maccone Paolo (AC) - Cai Volpiano 335.6144312
Marchetti Luca (AC) 349.8801529
Massucco Enrico (AC) 348.7401501
Mucciante Alfonso (ANC) 347.4162122
Pistono Tiziano (AC) 393.9903066
Salassa Beppe (AC) 320.9608213
Savoca Beppe (AC) 340.8238736

 

AC : Accompagnatore di Cicloescursionismo
ASC : Accompagnatore sezionale di Cicloescursionismo
aASC: Aspirante Accompagnatore sezionale di Cicloescursionismo

Regolamento
Lo scopo delle gite è quello di trascorrere una giornata in compagnia, nel massimo della sicurezza e nel pieno rispetto per l’ambiente: ogni decisione, azione e reazione da parte dei Capigita, così come di ciascun partecipante, deve sempre rapportarsi a tale considerazione.
Le escursioni non sono gare e qualunque forma di agonismo, anche amichevole, è vietata.
Le decisioni dei Capigita devono essere scrupolosamente rispettate, sia prima che durante l'escursione.
Sono assolutamente da escludere le iniziative personali: chi si discosta dal gruppo di propria iniziativa o non segue le indicazioni dei responsabili se ne assume la piena responsabilità.
Il Capogita, qualora le condizioni atmosferiche, del percorso e delle condizioni fisico/tecniche dei partecipanti non siano favorevoli potranno variare la località e il percorso in programma o annullare l’escursione.
Tutti i partecipanti, senza distinzione alcuna, sono obbligati a prestare soccorso e comunque a collaborare in caso di necessità.
Nel caso di percorrenza di strade aperte al traffico veicolare, tutti i partecipanti devono attenersi alle disposizioni del vigente Codice della Strada.
Alle gite che presentano particolari difficoltà possono partecipare solo coloro che, ad insindacabile giudizio del Capogita o del gruppo accompagnatori, abbiano dimostrato nelle uscite precedenti di possedere i requisiti minimi indispensabili per affrontare in sicurezza il percorso in programma.
Possono essere esclusi dalle gite coloro che nelle gite precedenti si siano comportati difformemente dallo spirito del Gruppo, ad insindacabile parere del capogita o del gruppo accompagnatori.
L'uso del casco è obbligatorio: esso deve essere mantenuto correttamente posizionato e allacciato per l'intera durata della gita, con la sola esclusione delle pause.
I Capigita si configurano come persone volontarie che agiscono gratuitamente e il cui accompagnamento costituisce prestazione di mera cortesia.