Mountain Bike


L'attività di cicloescursionismo della Sezione di Chivasso
è gemellata con la Sezione di Volpiano

 

ATTIVITA' SEZIONALE 2020

 

Importante: Il Club Alpino Italiano promuove la cultura della sicurezza in montagna tuttavia la frequentazione della stessa comporta dei rischi oggettivi comunque inalienabili e indipendenti all’adesione di partecipazione all’escursione. Il partecipante pertanto dichiara esplicitamente di essere a conoscenza dei rischi oggettivi connessi alla frequentazione della montagna, di essere a conoscenza delle caratteristiche dell’escursione e di non avere alcuna patologia fisica che possa essere invalidante.

 

Per saperne di più sul cicloescursionismo quale attività istituzionale del CAI, potete scaricare il Q11 - QUADERNO DI CICLOESCURSIONISMO pubblicato dalla Commissione Centrale Escursionismo (CCE) e dal Gruppo Centrale Cicloescursionismo, al quale hanno collaborato alcuni accompagnatori chivassesi.

 

Programma 2020 

12 luglio Tza de Metz / Plan du Debat
13 settembre Lago Tzan
4 ottobre Comba di Planaval
 

 

Informazioni generali
Obbligatoria l'iscrizione al CAI.
Per i non iscritti al CAI sono ammesse due uscite di prova.
È OBBLIGATORIO L’USO DEL CASCO.
L’organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali incidenti e danni a cose o persone.
Quota di partecipazione a gita:

  • SOCI 2 euro (comprensiva di assicurazione infortuni)
  • NON SOCI 14 euro comprensiva di assicurazione
  • SOCI minorenni gratis
  • NON SOCI minorenni 9 euro (per l'assicurazione)

Informazioni: mtb@caichivasso.it

 

Codice di Autoregolamentazione del Cicloescursionista

Scala delle difficoltà cicloescursionistiche

 

Capigita e Accompagnatori di Cicloescursionismo MTB:
Recapiti telefonici

 

Cenna Daniela (ASC) 328.5503625
Commisso Enrico (ASC) - Cai Volpiano 377.4115465
Garoia Enrico (AC) - Cai Volpiano 347.0702311
Maccone Paolo (AC) - Cai Volpiano 335.6144312
Marchetti Luca (AC) 349.8801529
Massucco Enrico (AC) 348.7401501
Mucciante Alfonso (AC) 347.4162122
Pistono Tiziano (AC) 393.9903066
Salassa Beppe (AC) 320.9608213
Savoca Beppe (AC) 340.8238736

 

AC : Accompagnatore di Cicloescursionismo
ASC : Accompagnatore sezionale di Cicloescursionismo
aASC: Aspirante Accompagnatore sezionale di Cicloescursionismo

Regolamento
Lo scopo delle gite è quello di trascorrere una giornata in compagnia, nel massimo della sicurezza e nel pieno rispetto per l’ambiente: ogni decisione, azione e reazione da parte dei Capigita, così come di ciascun partecipante, deve sempre rapportarsi a tale considerazione.
Le escursioni non sono gare e qualunque forma di agonismo, anche amichevole, è vietata.
Le decisioni dei Capigita devono essere scrupolosamente rispettate, sia prima che durante l'escursione.
Sono assolutamente da escludere le iniziative personali: chi si discosta dal gruppo di propria iniziativa o non segue le indicazioni dei responsabili se ne assume la piena responsabilità.
Il Capogita, qualora le condizioni atmosferiche, del percorso e delle condizioni fisico/tecniche dei partecipanti non siano favorevoli potranno variare la località e il percorso in programma o annullare l’escursione.
Tutti i partecipanti, senza distinzione alcuna, sono obbligati a prestare soccorso e comunque a collaborare in caso di necessità.
Nel caso di percorrenza di strade aperte al traffico veicolare, tutti i partecipanti devono attenersi alle disposizioni del vigente Codice della Strada.
Alle gite che presentano particolari difficoltà possono partecipare solo coloro che, ad insindacabile giudizio del Capogita o del gruppo accompagnatori, abbiano dimostrato nelle uscite precedenti di possedere i requisiti minimi indispensabili per affrontare in sicurezza il percorso in programma.
Possono essere esclusi dalle gite coloro che nelle gite precedenti si siano comportati difformemente dallo spirito del Gruppo, ad insindacabile parere del capogita o del gruppo accompagnatori.
L'uso del casco è obbligatorio: esso deve essere mantenuto correttamente posizionato e allacciato per l'intera durata della gita, con la sola esclusione delle pause.
I Capigita si configurano come persone volontarie che agiscono gratuitamente e il cui accompagnamento costituisce prestazione di mera cortesia.