puntata 10

La Sezione di Chivasso e le sue prime Sottosezioni

Nel 1945 la Sezione, dopo le vicende belliche, riprende con grande slancio l’attività alpinistica e le iniziative rivolte alla città.
I soci sono 450 e la Sezione si colloca al nono posto fra le sezioni Piemontesi.

La Sezione non basta più.
A SALUGGIA un gruppo di appassionati, guidati da Nino Daga Demaria, fonda la nostra prima Sottosezione.
Dalle carte d’archivio si legge: omissis… l’idea di far nascere la Sottosezione non è apparsa né per incanto né per caso, essendo passata attraverso un lungo periodo di preparazione e tante, tante discussioni che ebbero la loro sede naturale su una certa “panca” della Cuntrà Granda sotto un glicineomissis

Primo Reggente, Nino Daga Demaria, figura carismatica dello sport saluggese e insuperabile animatore della Sottosezione che con lui conobbe grande notorietà.

Dieci giorni dopo la fondazione, il 22 Luglio la prima gita sociale al monte Soglio. La partenza è fissata per le due “in piazza”. La meta il monte Soglio (1970 mt) sopra Alpette. Il mezzo di trasporto è il più popolare: la bicicletta.

Il 3 Agosto 1950, Padre Verna, al rifugio Città di Chivasso al Nivolet, benedice, presenti molti soci, il gagliardetto della Sottosezione "Luciano Fiandesio".

 
 
 
 
 
1 gennaio 1946, nasce la Sottosezione di Gassino Torinese.

Dal verbale del Consiglio Sezione di Chivasso del 3 dicembre 1945:

Dichiarata aperta la seduta il presidente informa che il signor Pavia Silvio di Gassino ha raccolto in quel comune 14 nuove iscrizioni a socio che aggiunte alle preesistenti 7, formano un complesso di 21 soci sufficienti per la costituzione di quella Sottosezione. Il Consiglio, compiacendosi di simile risultato, dichiara costituita la Sottosezione di Gassino, della quale viene nominato Reggente lo stesso promotore Geom. Pavia. Si incarica il segretario di informare la Sede Centrale per ottenere la necessaria ratifica con decorrenza 1 gennaio 1946.

La vita della nuova Sottosezione sarà brevissima

Dal verbale del Consiglio Sezione di Chivasso del 16 Giugno 1947:

Aperta la seduta il Consiglio delibera, su proposta del Presidente, di sciogliere per morosità quasi totale e inattività completa, la Sottosezione di Gassino Torinese e di darne comunicazione alla Sede Centrale.

Gennaio 1983 la Sottosezione rinasce, a lato la domanda alla Sezione con la presentazione di 62 soci sostenitori.
La domanda è presentata dai sei promotori firmatari e fra questi Luciano Mello che sarà il Reggente e animatore che guiderà la Sottosezione sino al 1988.
In quegli anni la Sottosezione è stata attivissima con molte attività attinenti la montagna quali corsi di alpinismo, alpinismo giovanile e attività sociali con uscite di escursionismo, alpinismo e scialpinismo spesso in collaborazione con la Sezione.
Due i ricordi indelebili per chi li ha vissuti:
Il 9 Settembre 1985, la scalata dimostrativa del campanile della chiesa dello Spirito Santo da parte degli arrampicatori gassinesi.
Nessuno ha certamente dimenticato le famose “merende sinoire” da seduti ma anche quelle del “ retropullman” che con Luciano erano la regola.

Oggi sono quattro le Sottosezioni del CAI Chivasso:
Dal 12 marzo 1974 la Sottosezione di Cigliano e dal 2 Febbraio 1985 la Sottosezione di Foglizzo.

 

<< Vai alla "Puntata 9"